Domenica si chiude il rito delle Bandiere, nel ricordo del sigillo UNESCO

Condividere i valori profondi della Festa dei Gigli e rinnovare l’impegno a tutelare e promuovere la millenaria tradizione, dal 2013 patrimonio immateriale dell’ Unesco.
È questo il senso della manifestazione “I maestri di festa delle corporazioni 2019 accolgono la Barca”, in programma domenica 9 dicembre alle ore 10.30 in piazza Duomo. 
L’ evento promosso dalla Fondazione Festa dei Gigli, di concerto con il comune di Nola, celebra anche il quinto anniversario del sigillo Unesco attribuito alla Festa dei Gigli, nell’ambito della Rete italiana delle Grandi Macchine a spalla.
L’ occasione è data dal “Passaggio della Bandiera della Barca” che chiuderà questa prima fase del rituale. 
La corporazione, simbolo di unità della Festa, sarà accompagnata in piazza da tutte le altre, con i rispettivi gonfaloni e maestri di festa.
Al termine del passaggio di testimone tra i vecchi e i nuovi maestri di festa, sarà rappresentato un momento della vita di San Paolino che scelse Nola come luogo eletto per la sua testimonianza di fede, di carità, e di fratellanza. La rappresentazione, “IL PELLEGRINO PAOLINO”, è curata dalla Compagnia teatrale nolana ” Pipariello”. 
Rinnoveremo, in maniera collettiva e comunitaria, l’impegno della città a difendere e a promuovere la Festa – dichiara Lorenzo Vecchione, presidente della Fondazione Festa dei Gigli – . Lo faremo ritornando alle radici della nostra tradizione, alla vita e all’ esempio di San Paolino, di cui ogni anno ne rappresenteremo un momento, in occasione delle celebrazioni per il riconoscimento Unesco, affinché siano per tutti noi costante fonte di ispirazione”