“Habemus Sede”!!! ma si inaugura durante la Questua del Calzolaio

 

 

NOLA –“Habemus sede”!!! Dopo ritardi e continui rinvii la Fondazione “Festa dei Gigli di Nola” avrà finalmente la sua sede. Il taglio del nastro è previsto sabato 12 aprile alle ore 17.30 in via Ambrogio Leone. L’ente che cura l’organizzazione della festa eterna si stabilirà nei locali dell’ex carcere mandamentale. Durante la cerimonia avverrà la consegna ufficiale della pergamena che attesta il riconoscimento UNESCO ricevuto dalla “Rete delle grandi Macchine a Spalla” lo scorso 4 dicembre a Baku.

Interverranno alla manifestazione il primo cittadino Biancardi, l’assessore ai beni culturali Trinchese, il vescovo di Nola Mons. Depalma, il C.d.a. della Fondazione presieduto da Raffaele Soprano, il direttore artistico Roberto De Simone e la coordinatrice della rete Patrizia Nardi, Sarà presente inoltre Gianni Bonazzi, segretario generale del MIBACT e direttore servizi ufficio Patrimonio Unesco.

“Il palazzo delle carceri, già convento di Santo Spirito, non sarà solo scenografia ideale per raccontare e vivere la festa” – dichiara l’assessore Cinzia Trinchese“ma ospiterà anche il patrimonio librario ereditato da questa amministrazione dal professore Luigi Vecchione, storico appassionato della città, scomparso di recente. In suo ricordo sarà a breve inaugurata una biblioteca che darà a tutti la possibilità di fruire degli oltre 15 mila volumi raccolti con zelo da Vecchione, un esempio di vita ed impegno per i nolani, mentre l’altra ala dell’edificio ospiterà la Fondazione e l’associazione FAG per il corteo storico Orsini”.

 “Oggi restituiamo alla città un pezzo importante di storia e di prestigio che, con la sua destinazione odierna e futura, mira a diventare luogo di cultura nolana a 360 gradi, diventando punto di riferimento per lo sviluppo della città – ha dichiarato il sindaco Geremia Biancardi – “Una vera e propria fabbrica di formazione ed educazione in cui i giovani possono e devono ritrovarsi e riconoscersi”.

 


Curiosa la scelta della Fondazione di inaugurare la sede proprio nel pomeriggio di sabato 12 aprile, a poche centinaia di metri infatti, in via Senatore Cocozza, partirà in concomitanza la rituale questua del Giglio del Calzolaio 2014, un evento programmato già da mesi come indicato dal calendario redatto dalla stessa Fondazione, vedremo se il popolo dei gigli sceglierà di partecipare alla tanto sospirata (e a lungo attesa) inaugurazione della sede, o se i nolani rispetteranno il rito di riversarsi in Piazza Duomo per ascoltare le musiche della festa che verrà.