Nola 2018, oggi la prima Borda

Si apre oggi il processo di costruzione degli otto obelischi che balleranno per le strade della città il 24 giugno prossimo. Oggi la prima Borda svetterà nel cielo di Nola, con il primo che vedrà protagonista il Giglio del Bettoliere. Un rito consolidato nel tempo, che si svolgerà nel tardo pomeriggio, a Piazza Marco Clodio Marcello (Palazz’ a catena).

La borda

La borda è l’asse centrale della struttura del giglio. Realizzata in legno di abete, è lunga 25 metri, ed è costituita da quattro o cinque tronchi di diversa dimensione, tra di loro assemblati. I tronchi sono tenuti insieme da giunture ad incastro, bullonati o chiodati in modo da evitare slittamenti dei componenti verso il basso. La zona in cui i vari componenti vengono incastrati tra di loro è rinforzata con dei collari di lamiera. L’alzata della borda è il primo passo verso la costruzione della torre. L’asse assemblata viene letteralmente issata dagli operai delle botteghe con l’ausilio di funi lunghe da 30 a 60 metri e di spessore di 25 millimetri. Per conoscere la struttura completa di un giglio vi rimandiamo al nostro articolo “la struttura del giglio

oggi la prima Borda, ecco le date degli altri obelischi.

Dopo la costruzione del primo obelisco, toccherà, in sequenza, alle altre corporazioni. Ecco il calendario.

Mercoledi 6 giugno – Fabbro – Piazza Giordano Bruno

Giovedi 7 giugno – Sarto – Piazza Collegio

Venerdi 8 giugno – Beccaio – Piazza Paolo Maggio

Sabato 9 giugno – Salumiere – Piazza Giordano Bruno

Lunedi 11 giugno – Panettiere – Piazza Marco Clodio Marcello

 

dal calendario mancano le corporazioni di Ortolano e Calzolaio, che trasporteranno quest’anno entrambe un giglio a 4 facce, struttura che non prevede la borda.