La Stella chiede la cancellazione dall’albo delle Paranze

 

“L’albo non tutela la nolanità e le paranze iscritte, che contribuiscono in maniera esponenziale all’aspetto economico e sociale della nostra festa”. Con questo messaggio sul social Network Facebook, tramite il suo profilo personale, il capoparanza della “Stella”, Lello Guerriero annuncia di aver protocollato presso il Comune di Nola, una richiesta di cancellazione della paranza Stella dall’albo delle paranze, istituito dalla Fondazione Festa dei Gigli. Il documento è stato protocollato questa mattina presso il palazzo di città alle ore 9.53, al suo interno, la richiesta formale del rappresentante della pranza Stella di escludere la stessa dall’albo, fortemente voluto dalla Fondazione sin dalla sua costituzione. La comunicazione tende a sottolineare come alcune delle paranze, impegnate nella ballata del prossimo giugno, non erano di fatto iscritte all’albo nel momento dell’assegnazione degli obelischi.

Il sodalizio Stella – si legge ancora nel documento – non si identifica in questo albo e nella fondazione stessa, pur rispettando le regole in vigore qualora la paranza sia chiamata a partecipare alle prossime edizione della ballata.

Non è un attacco alle paranze, e chi mi conosce sa perfettamente qual’è il mio pensiero a riguardo”, queste la parole di Lello Guerriero che accompagnano lo scatto pubblicato sui social network. Si attende ora la replica del C.d.A. Della Fondazione Festa dei Gigli.