La questua “do core”, Ciccio Franzese 27 anni dopo

ziciccioeore

 

26 maggio 2013 – di Alberto De Sena


NOLA – Seconda questua del week end che precede l’arrivo del giugno nolano, questa mattina è stata protagonista la Corporazione degli Ortolani, con maestri di festa la famiglia Franzese che torna a vivere l’emozione di vestire i panni di maestri di festa dopo l’esperienza del 1986, con la sempre verde alzata “O’ libro do core”, canzone scolpita nei cuori dei giglianti da sempre che ha aperto l’esibizione di Piazza Duomo eseguita dalla voce di Angelo De Stefano. Sulla scia di quel brano mai dimenticato nascono le nuove canzoni d’occasione di quest’Ortolano 2013, “A bandiera do core” e “O giglio do core”, rispettivamente canzone della bandiera e dell’alzata, fa tornare la memoria a 27 anni fa, grazie alla musica della Greco’s Band e alle voci del già citato De Stefano accompagnato dal giovane Antonio Imperioso, a scriverle lo stesso Ciccio Franzese. “Comme a dduje amici” (di Antonio Trinchese e Luigi D’Avanzo) è il mezzo passo, mentre la girata prende il nome di “Report” (di Ascanio Castaldo e Michele Greco), a chiudere l’esibizione la marcia dal titolo “Passame nuij” (di Ascanio Castaldo e Michele Greco).

 

Aggiornamenti con foto e video nelle prossime ore