Niente “capodanno nolano”, il sindaco Minieri: “rispettare le misure imposte dall’emergenza Covid”

Il sindaco di Nola, Gaetano Minieri, vieta i festeggiamenti per il capodanno nolano. Con il mese di giugno oramai alle porte, la città dei gigli si avvicina verso quello che sarebbe stato il mese più atteso per la cittadinanza, quello della ballata degli obelischi di San Paolino.

Quest’anno a causa del CoronaVirus, la festa è stata rinviata. Un anno che sarà diverso e sicuramente difficile per gli amanti della festa eterna. In tanti, nonostante il rinvio della ballata, avrebbero comunque voluto festeggiare l’arrivo del giugno, con l’oramai consueto “capodanno nolano”.

Attraverso un avviso alla cittadinanza, l’amministrazione ha invitato la popolazione nolana a rispettare le norme imposte da Governo e regione per evitare il diffondersi del virus, anche e soprattutto nella serata di domenica, quanti in tantissimi, in attesa della mezzanotte, avrebbero riempito piazze e strade del centro storico.

Si avvisa la cittadinanza che con ordinanza n. 206 del 8 maggio 2020 si è provveduto ad annullare la Festa dei Gigli 2020 per l’emergenza sanitaria ancora in atto.
Si invita, pertanto, la cittadinanza a conformare la propria condotta all’osservanza delle misure imposte dalla normativa vigente in materia di contrasto COVID-19 e di conseguenza di evitare comportamenti contrastanti anche in vista del c.d. capodanno nolano, evento molto sentito soprattutto dai giovani e che le attuali circostanze non consentono di festeggiare.